Iniziamo col dire che la clave è uno strumento musicale composto da due bastoncini di “madre dura” (legno duro), tipico di Cuba o dell’Africa. Abbiamo infatti la clave cubana e quella africana; le due differiscono per la loro dimensione e per la loro fattezza. Quella cubana (fig. 1) è composta da due bastoncini di uguale diametro, mentre in quella africana (fig. 2) un bastoncino è più grosso, forato al centro e concavo su un lato.

FIG. 1                                                                        FIG. 2

Questi due bastoncini percossi fra loro, con una tecnica appropriata, in modo che la mano faccia da cassa armonica, producono un suono, una ritmica o meglio, una metrica, su cui si basa tutta la musica cubana e non solo, dall’afro, alla rumba, a tutto ciò che è ballo popolare.

A suo tempo la clave è anche una figura musicale che si sviluppa in una frase semplice, formata da  4 tempi  forti e 4 tempi debolie che si divide in 2 battute (vedere art. “il tempo e la ritmica della salsa”).

foto 1
clave
A seconda di quali tempi vengono marcati, o meglio, di quale melodia si produce, possiamo riconoscere la Clave Blanca ( clave della Rumba  Yambù,da dove realmente nasce, e del Son) o la Clave Negra ( clave dell’Afro e Rumba), dette anche rispettivamente clave 3/2 e clave 2/3.
Se vogliamo riportare su un pentagramma per focalizzare dove cadono i colpi della Clave Blanca all’interno di un brano di salsa, per esempio, avremo la seguente figura musicale:
CLAVE BLANCA
image
La Clave Blanca nalla Salsa quasi sempre viene suonata al contrario o rovesciata, per un adattamento agli strumenti dell’orchestra e quindi alla melodia generale.

La Clave Negra invece, differisce da quella Blanca per un accento maggiore sul secondo battito e per un ritardo del terzo battito di un sedicesimo. Avremo quindi la seguente figura musicale:

foto 2

Questo tipo di clave è la chiave, la metrica essenziale di tutto ciò che abbraccia l’Afro cubano, la Rumba che sia esso Guaguancò , Columbia e Jiribilla (tipicamente maschile), rumba Mimetica ma anche Yambù, ma la possiamo avere anche in alcuni brani di Salsa o di Timba. La cosa migliore per poter interpretare questo tipo di clave, è conoscere anche gli altri strumenti, quali Cajon, Cencero (o Campana), Tumbadoras (o Congas), Catà, Guiro e infine i Batà.


In conclusione, la Clave, che sia essa Blanca o Negra, è la base di tutta la musica cubana, è lo strumento e la figura musicale su cui si basano e si sviluppano tutti gli altri elementi dell’orchestra…è il cuore della melodia… il sabor che un buon bailador deve possedere dentro di sé.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: