Zumba® alimentazione – Parte 2: dalla palestra alla cucina | Aguanilebbe

Se cercate di perdere peso,

 potreste essere tentati di saltare i pasti per ridurre le calorie, ma questo non è il modo più efficace di far scendere l’ago della bilancia.

Il cibo è il carburante del corpo e occorrono molti nutrienti per mantenerlo sano e forte.
Un ritmo ragionevole di dimagrimento non dovrebbe superare 1 kg alla settimana. Se quindi intendete perdere peso, stabilite obiettivi adatti a voi in collaborazione con il vostro medico o dietologo.

Anche 50 cal in più al giorno possono significare un aumento di 2 kg nell’arco di un anno! Il segreto è controllare le porzioni.
Non stressate il corpo: se mangiate troppo in un pasto, il vostro corpo può fare fatica a digerire bene e quindi a trarre beneficio dai nutrienti presenti nel cibo.

Distribuire pasti e spuntini nell’arco della giornata può favorire la digestione, aumentare l’assorbimento dei nutrienti e perfino tenere sotto controllo i morsi della fame.
 Riducete i grassi saturi ed eliminate quelli idrogenati e trans, collegati all’aumento del colesterolo nel sangue, per aiutare a mentenere sano il cuore. I grassi idrogenati si trovano principalmente nei cibi confezionati, tra cui merendine dolci e salate oppure alimenti fritti.

Se volete ridurre i livelli di colesterolo LDL (cattivo), dovrete basare la vostra dieta sulle fonti di proteine magre come scamone sgrassato, petti di pollo senza pelle, latte scremato, formaggi magri e alcuni legumi e aumentare l’assunzione di fibre. Ottime fonti di fibre sono pane e cereali integrali, frutta, verdura, legumi e, in particolar modo, mele, frutti di bosco, broccoli, cavoli, ceci, fagioli Lima, piselli e mandorle. Cercate di assumerne almeno 25-30 g al giorno.

Quando aumentate le dosi, bevete più liquidi per aiutare le fibre a svolgere il loro lavoro.
Occhio al sale! L’ipertensione (cioè la pressione alta) può portare ad insufficienza cardiaca o renale e persino all’infarto, e tra i fattori di rischio figurano stress, vita sedentaria e troppo sale nella dieta.

Ecco la buona notizia: se frequentate un corso di Zumba un paio di volte a settimana o seguite un allenamento di danza/ballo costante, state già tenendo alla larga i primi due rischi! Ma se tendete ad abbondare con il sale o con gli alimenti ricchi di sodio, allora è il momento di cambiare abitudini.
Dolce ma sano! Con tutto lo zucchero nascosto nelle bibite, negli snack, nei dolci e in altri alimenti confezionati, può essere difficile evitare di eccedere e, in realtà, molti non ci provano neppure.

Ci piacciono troppo i cibi pronti e in genere ignoriamo tutte le notizie che ci mettono in guardia contro il ruolo dello zucchero nell’obesità, nel diabete tipo 2, nell’affaticamento cardiaco, nelle intossicazioni del fegato e in altri problemi di salute.